#CMCONSIGLIA – COLTELLI PROFESSIONALI (3/3): LA MANUTENZIONE

#CMCONSIGLIA – COLTELLI PROFESSIONALI (3/3): LA MANUTENZIONE

L’ultimo approfondimento sui coltelli da cucina professionali, riguardava i vari tipi di coltelli esistenti e le loro caratteristiche. Lo puoi leggere cliccando QUI.

In questa ultima puntata invece ci soffermiamo sulla corretta manutenzione che occorre effettuare sulle proprie lame per mantenerne la qualità e continuare a lavorare in sicurezza.

Bastano poche semplici regole per fare in modo che i coltelli professionali restino efficienti, mantenendo la qualità della lama e assicurando che siano sempre sicuri da utilizzare.

Innanzitutto, è fondamentale mantenere il filo della lama. Esistono vari modelli di affilatori e acciaini professionali, per effettuare un’affilatura manuale. Una lama usurata è più pericolosa, in quanto costringe ad effettuare più pressione per tagliare, con il rischio di movimenti maldestri. Inoltre, una lama ben affilata permette un taglio preciso che non rovina gli alimenti e riduce gli sprechi.

Un’altra accortezza importante da tenere è quella di utilizzare i coltelli solamente con le mani asciutte e pulite, senza movimenti troppo veloci e appoggiandosi solo su superfici idonee (taglieri in legno o plastica). Anche questi ultimi vanno mantenuti adeguatamente, con lavaggi frequenti ed evitando, se possibile, lame seghettate che li rovinino eccessivamente. Per proteggere la propria persona inoltre, è bene indossare scarpe e calzature chiuse, in caso di cadute accidentali delle lame.

Ritornando sulla cura del coltello in sé, i coltelli in acciaio ad alto tenore di carbonio sono facilmente ossidabili ed è quindi bene ungerli regolarmente, non lasciarli troppo in ammollo e asciugarli rapidamente per evitare che si rovinino.

È bene anche ricordarsi di non riporre i coltelli professionali nei cassetti. Tuttavia, se non c’è alternativa, abbiate cura di non lasciarli a contatto con altri oggetti duri o ruvidi. Posizionateli in cucina in modo che le lame siano visibili, in modo da ridurre il rischio di tagliarsi. Anche le strisce magnetiche, che si attaccano al muro per reggere i coltelli non sono una scelta ottimale. Meglio optare per ceppi (in legno o plastica), foderi e custodie, che costituiscono le soluzioni migliori.

Infine, parlando di pulizia dei coltelli, è importante evitare la lavastoviglie, che può facilmente danneggiare le impugnature degli strumenti: la soluzione migliore resta sempre il lavaggio a mano.

Si conclude quindi la nostra serie di approfondimenti sui coltelli da cucina professionali. Speriamo sia stata utile e vi abbia potuto fornire informazioni preziose per scegliere e utilizzare in modo corretto i vostri coltelli.

Nel nostro catalogo dedicato agli strumenti da taglio potete trovare questi e tanti altri modelli, delle migliori marche cliccando QUI

Fonte: ilgiornaledelcibo.it

Ti piace questo articolo ? Condividilo !