#CMCONSIGLIA – CREARE UN MODELLO DI BUSINESS NELLA RISTORAZIONE

#CMCONSIGLIA – CREARE UN MODELLO DI BUSINESS NELLA RISTORAZIONE

Gestire un locale nella ristorazione non è certo un compito facile. Un modo per rendere l’impresa più abbordabile però, è avere un ben delineato modello di business, che organizzi l’attività in ogni suo aspetto e consenta sempre di produrre utili. Visione strutturata, pianificazione, standardizzazione sono parole chiave che ruotano attorno al concetto di modello di business.

Cosa NON fare
Partendo dalle pratiche da NON seguire, troviamo il “pensare in piccolo” in quanto porta a non espandersi o, al peggio, a fallire. Pensare in grande però non significa illudersi o esagerare, bensì strutturare l’attività e utilizzare strategie di grandi aziende. Quello della ristorazione, benché agguerrito, è un settore in cui il fatturato è sempre in crescita, ma solo se la gestione è standardizzata a determinati processi che evitano il caos in situazioni di difficoltà (manca un dipendente, uno chef, si accumulano gli ordini ecc.)

Standardizzare non vuol dire eliminare la creatività, bensì effettuare una manutenzione ordinaria della propria macchina lavorativa, per mantenerla sempre funzionante.

Cosa fare
Il primo step è sempre porsi obiettivi ben definiti: i principali sono ottimizzare i costi e aumentare gli utili.
Per riuscirci, è opportuno avere un controllo di gestione che permetta di sapere ogni giorno cosa succede in modo da applicare subito azioni correttive.

Inoltre, è fondamentale definire le risorse necessarie, sia quelle reali che le modalità operative. Una pianificazione interna e una definizione dei costi operativi sono indispensabili. Assicurati di conoscere nel dettaglio i costi delle materie prime così da determinare il food cost.

È importante, inoltre, essere consapevoli di quanto personale sia necessario, analizzare quali sono i contratti giusti, quali sono le ore con picchi di lavoro maggiori e minori.

In aggiunta, buona prassi sarebbe quella di creare procedure con una check list dei vari passaggi che ognuno deve seguire per portare a termine un compito. Questo rende ogni persona consapevole dei suoi doveri e dei suoi limiti.

Un altro passo importante è costruire una rete di fornitori efficienti, con le migliori materie prime, attrezzature, materiali di consumo ecc. Oltre a definire gli articoli da acquistare, la negoziazione di prezzi e condizioni contrattuali è fondamentale. Questo vale sia per le materie prime che per la fornitura di servizi come l’energia elettrica, le utenze, i mobili e l’oggettistica (da tavola e cucina).

Infine, è consigliabile creare un buon modello di vendita, un’idea che differenzi il locale dalla concorrenza. Un format innovativo, promozioni periodiche, attività di cross-selling e up-selling… Insieme al modello di vendita va perciò anche definito il modello di pricing, cioè la determinazione dei prezzi.

Che lo facciate da soli o che scegliate di farvi aiutare da esperti e consulenti, creare un modello di business è un’attività essenziale che porterà immediati benefici al locale.

Fonte: Ristorazioneitalianamagazine

Ti piace questo articolo ? Condividilo !