#CMCONSIGLIA – LA MANUTENZIONE DELLE PENTOLE

#CMCONSIGLIA – LA MANUTENZIONE DELLE PENTOLE

Le pentole sono un elemento molto utilizzato in cucina. Essendo molto delicate, richiedono una pulizia e manutenzione adeguata, facendo attenzione al materiale con cui sono fatte. Le pentole, infatti, possono essere fatte con materiali diversi: teflon, acciaio inossidabile o altri materiali antiaderenti.

La prima cosa da fare è leggere le istruzioni che sono legate al prodotto perché ciascun materiale necessita di una manutenzione adeguata. Se non trattate adeguatamente, col tempo tenderanno a rovinarsi e questo può interferire con il risultato della cottura, oltre che per l’aspetto estetico.

Inoltre, ti sarà capitato che il cibo si sia attaccato alla pentola perché si è lasciato cuocere per troppo tempo. Bene, una soluzione per togliere l’incrostatura senza rovinare la pentola è quella di lasciare la pentola nel congelatore per circa tre quattro ore e poi pulirla con spugna e acqua tiepida. Oppure, si può utilizzare l’aceto con il bicarbonato di sodio: basta riempire la pentola con l’acqua e la soluzione creata e lasciare bollire per qualche minuto. Infine, basta pulire con la spugna.

Invece, è sconsigliato utilizzare la spugnetta metallica o altri oggetti che potrebbero rovinare la superfice della pentola.

Un altro accorgimento importante è quello di non utilizzare detersivi troppo aggressivi ed inquinanti. Ed inoltre, bisognerebbe lavare le pentole dopo il loro utilizzo o lasciarle in ammollo in acqua tiepida.

È importante sapere se le padelle sono lavabili in lavastoviglie. È assolutamente vietato lavare in lavastoviglie pentole in alluminio crudo, alluminio pressofuso antiaderente, rame, ferro e ghisa. Invece, è consentito il lavaggio delle pentole in trimetallo e acciaio inox.

Nello specifico, le padelle in ferro richiedono una manutenzione adeguata al primo utilizzo. Al primo utilizzo, la padella va lavata per qualche minuto con acqua calda e detersivo. Quindi va ben risciacquata, asciugata e messa in forno a 70° finché non sarà completamente asciutta e avrà assunto una colorazione grigia, tendente al blu.

Invece, per quanto riguarda le pentole in rame mai utilizzare strumenti appuntiti a contatto diretto con l’interno. Per pulire l’interno, mai utilizzare lana d’acciaio ed è importante pulire l’esterno con prodotti specifici per evitare l’ossidazione e la colorazione scura.

Infine, è importante verificare che a seguito del lavaggio le pentole siano completamente asciutte e prive di umidità prima di riporle, perché potrebbero far crescere colonie di batteri dannose per la salute. 

 

Sul nostro Shop online abbiamo vari articoli dedicati alla detergenza. Dai un’occhiata cliccando QUI

Inoltre, abbiamo anche una sezione dedicata al pentolame. Clicca QUI

 

FONTE: bisetti.com

Ti piace questo articolo ? Condividilo !