#CMINFORMA – EXPORT VINO ITALIANO +3,3% NEL 2018

#CMINFORMA – EXPORT VINO ITALIANO +3,3% NEL 2018

Le vendite di vino italiano all’estero crescono in valore del 3,3% nel 2018 rispetto all’anno precedente. Le esportazioni di questo prodotto infatti, in base ai dati ISTAT, sono in aumento nei principali mercati di destinazione quali gliUSA e Germania (+4%), la Francia (+10,1%) e la Svezia (+7,5%). Si registrano però cali di consumi da parte di paesi quali il Giappone (-0,6%) e la Danimarca (-5,9%).

Il dato realmente importante però è quello riguardante il calo delle vendite in termini di volumi del vino italiano. I volumi esportati infatti nel 2018 rispetto all’anno precedente sono diminuiti in totale dell’8,1%. In particolare si possono osservare, ad esempio, cali del 9,6% in Germania, dell’8,4% nel Regno Unito e addirittura del 18,3% in Francia.

La considerazione che viene fatta dal presidente di Federdoc Riccardo Ricci Curbastro, incrociando i dati relativi agli export in termini di volumi e di valore, è che ci si trova difronte ad un incremento della remunerazione del vino made in Italy. Questo trend, che aggiunge valore alla filiera vinicola a partire dai viticoltori su cui si basano i vini di denominazione, è frutto di un’intensa attività di valorizzazione che imprese produttrici e consorzi di tutela portano avanti ormai da anni.

Secondo Ambrogio Manzi, direttore dell’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna, parte del successo è da attribuire ai progetti OCM che consentono attività di promozione commerciale e riescono ad affermare il valore del vino italiano nei mercati maturi e a sostenere lo sviluppo nelle piazze difficili da raggiungere.

Fonte: RistorazioneItalianaMagazine

 

Ti piace questo articolo ? Condividilo !