#CMINFORMA – IL TEMPORARY RESTAURANT

#CMINFORMA – IL TEMPORARY RESTAURANT

Un fenomeno che in Italia si sta diffondendo da qualche anno, il temporary restaurant è sostanzialmente un locale che apre per pochi giorni e poi sparisce, senza una sede fissa e immutabile. Può magari riaprire in un altro posto in seguito, ma la transitorietà è l’elemento che lo caratterizza.

Il movimento era nato nel nostro Paese nel 2015, in occasione dell’Expo Milano, con la “Dinner in the sky”, ossia un ristorante che serviva pasti a tavoli issati a 50mt di altezza da una gru.

Tutto, in un temporary restaurant, è transitorio. Le strutture provvisorie sono costruite e montate per un breve periodo. Il menù viene ideato appositamente per il posto e il tempo scelti. Si tratta quindi di un’evoluzione del concetto di pop-up restaurant, che sorge in brevi periodi dell’anno in occasione di eventi specifici (così come i pop-up store). Questo format nacque nel Regno Unito attorno agli anni ’80 e ’90: un esempio classico erano (e sono) i negozi all’interno degli stand di una fiera.

La differenza principale tra il pop-up e il temporary restaurant sta quindi nello status del locale stesso: il pop-up nasce come parte di un evento, mentre il temporary è esso stesso un evento. Viene quindi progettato per essere prima di tutto un’esperienza piena e coinvolgente per il consumatore e le attrattive scelte per questo scopo sono interessanti. Spesso per esempio, vengono assunti chef famosi che cucinino in questo ristorante temporaneo, creando un menù raffinato e dedicato. Un’altra idea è quella di abbinare al servizio principale di ristorazione, l’offerta di spettacoli e scenografie realizzate ad hoc. L’idea è quella di trasmettere al cliente, che sta partecipando ad un’esperienza unica, esclusiva e irripetibile, che deve cogliere al volo.

Questo innovativo tipo di ristorazione presenta numerosi vantaggi ma necessità di grandi abilità di gestione e soprattutto comunicazione. I social media diventano un canale importantissimo attraverso il quale attrarre commensali e trasmettere al meglio l’idea di esclusività voluta.
Rappresenta inoltre, una grande opportunità di esercizio commerciale all’estero: un temporary restaurant può aprire in diverse location letteralmente in tutto il mondo nel giro di un anno. Qui però, l’ostacolo maggiore è rappresentato dalla burocrazia, sempre diversa in ogni Stato e a volte molto limitante. Con un adeguato staff di esperti però, il problema può essere affrontato.

Il temporary restaurant insomma rappresenta una grande opportunità di successo, se gestito con professionalità

Fonte: panoramachef.it 

Ti piace questo articolo ? Condividilo !