#CMINFORMA – OLIO EXTRAVERGINE: L’INGREDIENTE PIÙ SANO SULLA TERRA

#CMINFORMA – OLIO EXTRAVERGINE: L’INGREDIENTE PIÙ SANO SULLA TERRA

Componente chiave della dieta mediterranea, l’olio d’oliva è uno degli alimenti più sani al mondo: apporta veri e propri benefici alla salute, come per esempio, la prevenzione di malattie cardiovascolari.

Molti studi, negli anni, hanno dimostrato come la dieta mediterranea sia così sana grazie all’interazione tra i molti gruppi alimentari che la compongono. Ma, sebbene quindi sia merito della varietà di alimenti che portiamo sulle nostre tavole, l’olio di oliva è sempre il protagonista principale dei piatti, oltre che degli studi.

Contrariamente a come si pensava in passato, gli effetti benefici dell’olio derivano per la maggior parte dai cosiddetti componenti bioattivi minori, come per esempio i polifenoli. Sono presenti solo per l’1-2% del peso totale ma comprendono oltre 230 composti chimici diversi, molto utili al nostro organismo.

Tra tutti i tipi di olio di oliva, quello extravergine è notoriamente il migliore: estratto dal frutto dell’olivo senza l’uso di calore o prodotti chimici, è il più ricco di sostanze protettive. Infatti, dato che il contenuto di polifenoli nell’olio dipende da fattori agronomici, tecnologie di estrazione, processi di conservazione, clima, maturazione e altri fattori, il metodo di produzione dell’EVO lo rende il più ricco di questi importanti componenti bioattivi (da 50 a 1000 mg/kg).

Un dato importante per la produzione italiana di olio EVO deriva da una ricerca condotta presso i supermercati italiani: analizzando gli oli esposti è emerso che la concentrazione di composti fenolici (come i polifenoli) era notevolmente maggiore negli oli 100% italiani, in particolare quelli DOP.

Per quanto riguarda gli effetti benefici di questo prodotto sul nostro organismo, numerosi studi hanno sottolineato come l’incidenza di malattie cardiovascolari, le più comuni cause di morte nel mondo, sia minore nei paesi del mar Mediterraneo. Questo deriva dalla natura della dieta consumata in queste zone e, appunto, dalla presenza al suo interno dell’olio extravergine di oliva.

Questo infatti, protegge dalle malattie attraverso vari meccanismi:

–          Riduce l’infiammazione

–          Aumenta il colesterolo HDL, il cosiddetto “colesterolo buono”

–          Riduce il colesterolo LDL, quello “cattivo”

–          Migliora la funzione endoteliale, ossia del rivestimento dei vasi sanguigni

–          Riduce la pressione arteriosa e riduce del 48% la necessità di farmaci per l’ipertensione

Altre ricerche indicano che il consumo di olio d’oliva può anche aiutare a prevenire diabete, obesità e malattie legate all’infiammazione cronica. Inoltre, può avere un ruolo protettivo contro alcuni tumori (in particolare al seno e al tratto digestivo) e migliorare la salute delle ossa.

Insomma, gli studi e i dati sono molteplici e indicano chiaramente come l’olio di oliva, specialmente quello extravergine, non solo sia un ingrediente gustoso per i nostri piatti, ma sia anche un valido alleato per la nostra salute.

Fonte: RistorazioneItalianaMagazine

Ti piace questo articolo ? Condividilo !