#CMINFORMA – RISTORAZIONE COLLETTIVA IN DIFFICOLTÀ

#CMINFORMA – RISTORAZIONE COLLETTIVA IN DIFFICOLTÀ
La grave emergenza nel nostro Paese legata al diffondersi del nuovo Coronavirus e ai crescenti contagi, ha portato il Governo a estendere la chiusura di scuole e università di ogni ordine e grado fino a inizio aprile.
Una decisione che, sebbene necessaria e prudente, segna pesantemente il reparto della ristorazione e, in particolare, quella collettiva.
Secondo gli esperti, che lavorano nel settore, c’è il reale rischio, per 20.000 lavoratrici e lavoratori di mense scolastiche di perdere il proprio lavoro a causa di queste chiusure.
Stando alle statistiche, l’Italia vede circa 8 milioni di studenti di scuola e oltre 1,5 milioni di universitari che, ogni anno consumano circa 425 milioni di pasti.
Gli operatori della Ristorazione Collettiva sono nel nostro Paese oltre 97.000 e il 41% di essi, è occupato nella ristorazione scolastica e universitaria.
Questo reparto sta soffrendo la sospensione dei servizi e dei relativi costi, la difficoltà di reperire materie prime e il grande aumento dei costi di dispositivi di protezione specifici.
Una situazione di emergenza che rischia seriamente di compromettere per sempre un importante comparto dell’economia italiana.
            ilsole24ore
Ti piace questo articolo ? Condividilo !