#CMINFORMA – É TEMPO DI COCKTAIL REVOLUTION

#CMINFORMA – É TEMPO DI COCKTAIL REVOLUTION

Che siate appassionati di drink, consumatori o anche ristoratori che vogliono offrire i migliori cocktail nel loro locale, ci sono interessanti novità previste per il mondo della mixology per il 2019.

Gli esperti nell’arte della miscelazione infatti, hanno stilato una serie di punti che caratterizzeranno l’anno che sta per arrivare, in piena cocktail revolution.

Le statistiche ci mostrano che i consumatori di drink sono in aumento, si concentrano sulla qualità piuttosto che sulla quantità della bevanda e cercano sempre di più nuove esperienze e sapori innovativi.

Anche l’Italia gioca un ruolo in queste tendenze, come confermato dal connazionale Orlando Marzo, vincitore della Diageo Reserve World Class. Questa gara di bartending internazionale è un ottimo osservatorio sulle tendenze in arrivo.

I 3 principali trend del 2019 nel mondo della mixology sono:

  1. LOW & NO: nei menù e nelle liste dei drink saranno sempre più frequenti cocktail analcolici o a bassa gradazione, per soddisfare le esigenze di un crescente numero di clienti attenti al benessere.
  2. #MyCocktail: anche l’occhio vuole la sua parte! I bartender non dovranno più “solo” creare drink equilibrati e gustosi, ma dovranno anche donar loro un’estetica accattivante, che li renda degni dei post su Facebook e delle storie Instagram dei loro clienti.
  3. Sull’onda della sostenibilità: nel rispetto delle nuove normative Europee, anche il mondo dei drink diventerà più sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Addio a cannucce di plastica, tovagliolini e altri articoli inquinanti non compostabili: è tempo di materiali alternativi anche in questo settore.

Pronti ad affrontare la cocktail revolution a suon di drink leggeri, stilosi e sostenibili ?

 

Fonte: Ansa.it 

 

Ti piace questo articolo ? Condividilo !