#CMINFORMA – ENTRA IN VIGORE LA NUOVA ETICHETTA SUL PANE

#CMINFORMA – ENTRA IN VIGORE LA NUOVA ETICHETTA SUL PANE

Da ormai un mese c’è un’importante novità nel mondo dei prodotti da forno e più nello specifico, in quello di un alimento centrale nella cucina italiana. In dicembre è stata infatti introdotta una nuova norma che obbligherà a distinguere il pane fresco da quello “conservato o a durabilità prolungata” tramite un’apposita etichetta.

Inoltre, sono state ratificate specifiche prescrizioni in merito alla denominazione e alle modalità di esposizione in vendita. Sostanzialmente, come spiega Coldiretti, il pane che ha subito processi di surgelazione o contenente additivi chimici e conservanti, non potrà più essere venduto come “fresco”, ma dovrà presentare un’etichetta che lo identifichi come “conservato” o “a durabilità prolungata”.

Per essere ritenuto fresco invece, il pane non deve contenere additivi o conservanti e non devono trascorrere più di 72 ore dall’inizio della lavorazione sino alla messa in vendita al consumatore.

In aggiunta, la norma fornisce una specifica definizione di panificio, identificandolo come “l’impresa che dispone di impianti di produzione di pane ed eventualmente altri prodotti da forno e assimilati o affine e svolge l’intero ciclo di produzione dalla lavorazione delle materie prime alla cottura finale”.

Il nuovo sistema di etichettatura rende più trasparente il processo di vendita, aiutando il consumatore a fare scelte consapevoli e le imprese a valorizzare i prodotti agricoli.

Fonte: Ansa.it

Ti piace questo articolo ? Condividilo !