#CMINFORMA – LA SFIDA DI CAFFÈ VERGNANO AI GIGANTI NESTLÉ E STARBUCKS

#CMINFORMA – LA SFIDA DI CAFFÈ VERGNANO AI GIGANTI NESTLÉ E STARBUCKS

Nata nel 1882 come torrefazione cittadina e diventata oggi un’azienda con 140 dipendenti e presente in 90 Paesi, Caffè Vergnano continua a crescere e non ha paura di sfidare giganti del calibro di Starbucks e Nestlé.

Già nel 2012 infatti, affermò la sua competitività vincendo la causa nella quale era stata accusata da quest’ultima di contraffare certe capsule. L’azienda sfruttò tale vittoria investendo ulteriormente nella produzione di quel prodotto e arrivando a venderne oltre 60 milioni l’anno scorso e a produrne una linea compostabile 3 anni fa.
Alla fine del 2018 si prevedeva una chiusura a 85 milioni di fatturato, quando, nel 2005, si raggiungevano solo 3 milioni. Le vendite si concentrano principalmente sui canali bar/ristorazione e export.

Caffè Vergnano viene venduto anche nei supermercati, ma quello della Grande Distribuzione non è il miglior mercato per l’azienda. In Italia la GDO vede una continua guerra al ribasso nei prezzi e questo sta diventando insostenibile per l’impresa di Chieri.

Ciò su cui si vuole puntare di più è la vendita all’estero. Il podio dei Paesi migliori clienti per l’azienda vede per primo la Francia, seguita da Polonia e Stati Uniti. In questi ultimi, Caffè Vergnano serve varie città tra cui anche New York. Nonostante il prezzo del caffè lì sia molto alto rispetto all’Italia, l’azienda registra importanti volumi di vendita e non viene intralciata dalla concorrenza di Starbucks, una minaccia reale per gruppi più grandi.

La strategia di Caffè Vergnano per crescere all’estero prevede l’iniziale apertura di un coffee bar, un locale dove i clienti possono conoscere l’azienda, apprezzare il caffè e cominciare ad acquistarlo. In più, l’impresa investe molto sul Web: non la vendita online ma il sito aziendale rappresenta un modo efficace per farsi conoscere ai nuovi clienti.
Come se tutto ciò non bastasse, si progetta di espandersi anche nel mercato Asiatico, cominciando con l’approdo in Giappone. Insomma, Caffè Vergnano non sarà un’enorme multinazionale ma non ha paura di crescere, sperimentare strategie e investire per migliorare sempre.

 

Fonte: IlSole24Ore.com

 

Ti piace questo articolo ? Condividilo !