#CMCONSIGLIA – METTI IN CAMPO LE MOSSE GIUSTE PER UN LOCALE A PROVA DI ISPEZIONE

#CMCONSIGLIA – METTI IN CAMPO LE MOSSE GIUSTE PER UN LOCALE A PROVA DI ISPEZIONE

Il rispetto delle norme igieniche è fondamentale in ogni attività lavorativa e non solo. Ma specialmente nel mondo della ristorazione, una corretta detersione e sanificazione di strumenti e attrezzature è indispensabile per evitare di produrre e somministrare alimenti contaminati e pericolosi.

Vi elenchiamo qui una serie di consigli e pratiche utili per mantenere il vostro locale perfettamente pulito ed igienico. In modo da evitare multe a seguito di ispezioni ma soprattutto spiacevoli conseguenze per i vostri clienti.

Dopotutto, prevenire è meglio che curare giusto ?

Innanzitutto, è importante effettuare una profonda detersione delle superfici a diretto contatto con gli alimenti, per mezzo di detergenti sgrassanti, seguiti da abbondante risciacquo per rimuovere i residui.

La fase successiva riguarda la sanificazione, mirata a distruggere i batteri patogeni eventualmente presenti e ridurre al minimo la contaminazione. In base alla tipologia di prodotto (a immersione o spray) e alla sua concentrazione, i tempi di contatto del sanitizzante varia. A tal scopo consigliamo vivamente di leggere con attenzione le informazioni sulle modalità d’uso del prodotto, sempre riportate sulla relativa etichetta.

Un’altra buona pratica è alternare circa ogni 6 mesi il prodotto sanitizzante.

Per risparmiare tempo e, in alcuni casi, aumentare la sanificazione, è possibile effettuare un lavaggio meccanico degli utensili, tramite la classica lavastoviglie. I vantaggi sono: esposizione di tutte le superfici ad acqua molto calda, possibilità di utilizzare prodotti più aggressivi ed efficaci e una fase di asciugatura meccanica che permette di evitare il contatto manuale.

Estremamente importante è anche la qualità del materiale per le pulizie. Spugne, stracci, panni, spazzoloni eccetera devono essere in perfette condizioni di igiene e integrità. Le spugne sintetiche per esempio, pur migliori di quelle naturali, possono accumulare vari batteri e microrganismi.

Fate attenzione, quanto più è porosa, incisa e abrasa la superficie da trattare, tanto più facile sarà per i microrganismi svilupparsi e resistere alla pulizia. Perciò è essenziale effettuare una corretta manutenzione tutte le superfici, soprattutto taglieri e utensili.

Fonte: Ristorantiweb.com

Ti piace questo articolo ? Condividilo !