Tag: 2019

Contest #rakontati

Contest #rakontati

🥇Partecipa al contest Rakontati ! 🥇 In collaborazione con RAK Porcelain Europe eccovi il concorso che vi permetterà di vincere premi esclusivi ! Partecipare è semplice ✅ 1️⃣Segui le pagine Facebook e Instagram di C.M. Ristorazione e RAK 2️⃣Pubblica una foto in HD di una […]

#CMINFORMA – I guanti usa e getta in cucina

#CMINFORMA – I guanti usa e getta in cucina

Come è facile intuire i guanti sono tra gli strumenti che, all’interno delle cucine, entrano più volte a contatto con gli alimenti. Per questo motivo rientrano tra i MOCA (Materiali e Oggetti a Contatto con gli Alimenti) e devono rispettare tutte le normative nazionali ed […]

#CMINFORMA – RECUPERO DEGLI SCARTI ALIMENTARI CON UNA PIATTAFORMA INTERNET

#CMINFORMA – RECUPERO DEGLI SCARTI ALIMENTARI CON UNA PIATTAFORMA INTERNET

Vi riportiamo oggi la lodevole iniziativa di un gruppo di giovani cooperatori piemontesi che hanno pensato di creare una piattaforma IoT (Internet of things – Internet delle cose) per recuperare gli scarti alimentarti, farli diventare una risorsa ed aiutare così l’economia circolare delle imprese cooperative.

Per questa idea si sono aggiudicati il secondo premio all’Hackathlon “Cambiare cambiando”, per la biennale della Cooperazione Italiana, un gruppo di ragazzi di Ux-Men, cooperativa torinese di servizi tecnologici per le imprese.

Secondo il presidente di Confcooperative Piemonte: “La sfida per le imprese non è l’innovazione tecnologica di per sé, ma la capacità di coniugarla con i bisogni socio-economici ambientali e del territorio”.

Il progetto dei ragazzi si propone dunque di favorire l’economia circolare tra le cooperative agroalimentari e altre che provvedono al trasporto e/o lavorazione degli scarti delle prime. Questo è reso possibile da una piattaforma Internet definita “IoT”. La tecnologia indica dove e quando sono disponibili gli scarti prevedendo i quantitativi e le localizzazioni delle successive produzioni. Ciò aiuta quindi in modo sostanziale le varie imprese a dialogare e commerciare tra loro, trasformando gli scarti in vere e proprie risorse scambiate tra i vari operatori.

Inoltre, l’uso trasparente dei dati raccolti è un aspetto fondamentale della piattaforma: devono essere messi a disposizione di tutte le imprese partecipanti in modo da migliorare gestione e risultati.

Gli obiettivi e le caratteristiche di questo progetto rispecchiano in toto i principi delle cooperative: fare rete tra imprese di più comparti e favorire la sostenibilità dei territori, che vengono qui raggiunti grazie alla creatività e innovazione dei giovani.

Fonte: Ansa.it/terraegusto

Nuove linee Duni 2019

Nuove linee Duni 2019

Duni presenta le nuove linee del 2019, con particolare attenzione al processo creativo dal quale nascono. Il team di designers, nel dare forma alle proprie creazione, si ispira soprattutto alla natura. I richiami floreali infatti sono i più variegati, con rimandi che vanno dalle margherite […]

#CMINFORMA – RISTORANTI STELLATI E SOCIAL MEDIA

#CMINFORMA – RISTORANTI STELLATI E SOCIAL MEDIA

In diversi articoli recentemente abbiamo parlato dell’importanza dei social media e di sviluppare una buona strategia di comunicazione su questi ultimi, per bar, ristoranti e altri locali operanti nel settore alberghiero. Ciononostante, dati alla mano, i ristoranti stellati, non dedicano abbastanza tempo e risorse a […]

NUOVA LINEA DI CASSETTE E VASSOI MODULAR ECOECHO BY DUNI

NUOVA LINEA DI CASSETTE E VASSOI MODULAR ECOECHO BY DUNI

Siete interessati a gestire al meglio gli spazi nel vostro locale, per conferire così un senso di ordine e appagamento?  Allora siete capitati nel posto giusto!

L’uso intelligente dello spazio è l’idea alla base di questa nuova gamma ECOECHO MODULARE della DUNI. La gamma combina scatole porta tovaglioli e vassoi realizzati in resistente bambù: le scatole si dividono in vari scomparti e i vassoi formano pile ordinate, così da poter salvare molto più spazio in un’unica mossa.

Il materiale con cui sono realizzate, ovvero il bambù, è uno dei materiali da costruzione più incredibilmente versatili e sostenibili a nostra disposizione. Si tratta infatti di una graminacea in grado di crescere molto rapidamente – sino a 120 cm nell’arco di 24 ore – e può produrre sino a 20 volte più legname rispetto al numero di alberi di una stessa area.

Il bambù rappresenta una scelta ecoconsapevole da parte di Duni, in quanto la coltivazione di questo legno non richiede l’uso di fertilizzanti di sintesi, rispettando così le condizioni naturali del suolo; inoltre è in grado di immagazzinare una gran quantità di anidride carbonica, purificando in questo modo la qualità dell’aria.

L’azienda svedese ormai da tempo si dedica alla realizzazione di prodotti ecosostenibili nel rispetto dell’ambiente e della società, al fine di fornire al consumatore il così detto “goodfoodmood”, ovvero un sentimento di buonumore a ogni esperienza di ristorazione.

Siamo fieri dunque di essere fornitori ufficiali di una così seria e responsabile azienda quale Duni, poiché anche noi ci impegniamo costantemente nel fornire ai nostri clienti la migliore esperienza possibile nel nostro servizio, con uno sguardo sempre rivolto alla sostenibilità e alla responsabilità sociale.

Siete curiosi dunque di vedere come ottimizzare i vostri spazi con questa gamma ecoconsapevole made in Duni?  Allora guardate questo video e ricordate che potete sempre trovare i nostri prodotti nella sezione Shop On-Line del nostro sito!

 

#CMCONSIGLIA – METTI IN CAMPO LE MOSSE GIUSTE PER UN LOCALE A PROVA DI ISPEZIONE

#CMCONSIGLIA – METTI IN CAMPO LE MOSSE GIUSTE PER UN LOCALE A PROVA DI ISPEZIONE

Il rispetto delle norme igieniche è fondamentale in ogni attività lavorativa e non solo. Ma specialmente nel mondo della ristorazione, una corretta detersione e sanificazione di strumenti e attrezzature è indispensabile per evitare di produrre e somministrare alimenti contaminati e pericolosi. Vi elenchiamo qui una […]

#CMCONSIGLIA – PERCHÉ INCLUDERE PIATTI SENZA GLUTINE NELL’OFFERTA GASTRONOMICA?

#CMCONSIGLIA – PERCHÉ INCLUDERE PIATTI SENZA GLUTINE NELL’OFFERTA GASTRONOMICA?

Oggi sta diventando sempre più facile trovare menù contenenti prodotti senza glutine e locali attenti e pronti a soddisfare le esigenze di una clientela che li richiede con sempre maggior frequenza. Una buona notizia per i celiaci quindi, ma non solo! Uno dei tanti trend […]

#CMINFORMA – CRESCE IL PESO DELLE COOPERATIVE NEI PRODOTTI A DENOMINAZIONE

#CMINFORMA – CRESCE IL PESO DELLE COOPERATIVE NEI PRODOTTI A DENOMINAZIONE

L’universo dei prodotti a denominazione (DOP) sta ricevendo un contributo crescente dalle cooperative. Il mercato dei prodotti denominati, la cosiddetta Dop-economy, è cresciuto costantemente, fino a raggiungere il valore di 15,2 miliardi ed è sempre più merito delle cooperative agroalimentari.

Per darvi un’idea, le cooperative producono più del 70% di:
– Mela di Val di Non Dop
– Mela Alto Adige Igp
– Parmigiano Reggiano Dop
– Grana Padano Dop
– Pera dell’Emilia-Romagna Igp
– Asiago Dop
– Teroldego Rotaliano
– Soave
– Lambrusco
– Sangiovese

Non solo senza le cooperative questi importanti prodotti non raggiungerebbero le quantità odierne, ma il loro lavoro ha anche una chiara ricaduta positiva sulla parte agricola, alzando il prezzo all’origine dei prodotti.

I formaggi Dop in particolare, sono quelli per i quali le cooperative sono le più importanti, rappresentando per esempio, l’80% della produzione di Parmigiano Reggiano e Fontina, ingredienti fortemente legati al territorio e alla tradizione.

Non bisogna dimenticare però il settore dell’ortofrutta. Mele a denominazione, pesche e nettarine, pere, clementine, ciliegie, carote, radicchio, arance rosse e molti altri prodotti Dop e Igp godono dell’importante contributo della cooperazione.

Anche la produzione di vino vede protagoniste queste aziende in molte aree geografiche. In Trentino per esempio, le cooperative producono oltre il 90% di Teroldego Rotaliano Doc, Trentino, Valdadige e Casteller. Stessa percentuale per la produzione di Lambrusco in Emilia-Romagna e importanti quote produttive per il Soave in Veneto, il Nobile di Montepulciano in Toscana, il Dogliani in Piemonte e altri vini in Puglia.

Un altro grande compito delle cooperative però, è quello di tutelare i prodotti a denominazione italiani nei paesi terzi. Qualche settimana fa, a tal scopo, è stata costituita Origin Italia, un organismo con l’obiettivo di tutelare gli interessi di tutta la filiera delle indicazioni geografiche. Si occuperà, tra le altre cose, di valorizzare e promuovere tali indicazioni, agendo come ulteriore motore di sviluppo.

Che vogliate renderli ingredienti per piatti prelibati o semplicemente servirli così come sono, i prodotti Dop italiani daranno una marcia in più alla vostra cucina e questo soprattutto grazie all’instancabile lavoro delle cooperative.

Fonte: RistorazioneItalianaMagazine.it

NUOVE SCATOLE OCTABAGASSE DUNI

NUOVE SCATOLE OCTABAGASSE DUNI

Dal 2019 in arrivo le nuove scatole take away Octabagasse by Duni. Un prodotto innovativo, in linea con le tendenze, le crescenti richieste di articoli per il cibo da asporto ma soprattutto di prodotti ecosostentibili. Le scatole sono infatti prodotte completamente in bagassa (o polpa […]