Tag: ristoranti

#CMINFORMA – RIAPERTURA DELLA RISTORAZIONE

#CMINFORMA – RIAPERTURA DELLA RISTORAZIONE

Dopo quasi due mesi di lockdown e l’adattamento, per alcuni difficile, alle attività di delivery e asporto, per i ristoratori italiani le sfide non sono ancora finite. Ora che la riapertura dei locali è stata autorizzata, si deve fare i conti con te strette regole […]

#CMINFORMA – DA RISTORANTE A DELIVERY

#CMINFORMA – DA RISTORANTE A DELIVERY

La nuova drammatica situazione causata dall’epidemia di Coronavirus che da ormai più di un mese colpisce il nostro Paese, ha costretto molte attività della ristorazione a studiare nuove idee e nuovi modi di operare. Ristoranti, bar, pizzerie, locali etnici e tanti altri stanno incrementando (o […]

#CMINFORMA – IL FUTURO DELLA RISTORAZIONE (1/2)

#CMINFORMA – IL FUTURO DELLA RISTORAZIONE (1/2)

Come cambierà il mondo nei prossimi 10 anni? Nello specifico cosa ci sarà di nuovo nel settore della ristorazione? I trend in atto oggi ci suggeriscono già quali novità possiamo aspettarci. Ve ne presentiamo alcune.

  1. Capacità imprenditoriale
    Già in questi anni si è manifestata una sempre maggiore richiesta (e quindi offerta) di una ristorazione che coinvolga tutti e 5 i sensi. Un’esperienza totale per il cliente quindi, non solo un mero pasto. Per rispondere a queste esigenze i ristoratori investiranno nelle loro competenze, concentrandosi sull’offrire un servizio innovativo ai commensali
  2. Tecnologia
    Le innovazioni tecnologiche stanno già permeando diversi settori e quello della ristorazione non sarà da meno in futuro. I terminali di pagamento portatili, che consentiranno di saldare il conto direttamente dal tavolo, tramite cellulare, saranno sempre più diffusi. L’esperienza del pasto sarà arricchita dalla tecnologia della realtà aumentata, tramite strumenti come tablet, schermi e menu digitali forniti ai clienti.
    Dal lato della logistica e della gestione interna del locale poi, si diffonderanno sempre più robot in grado di svolgere piccoli lavori meccanici e strumenti per ottimizzare la gestione, i costi e gli sprechi.
  3. Sostenibilità
    L’attenzione verso l’ecologia e l’inquinamento è in questi tempi più forte che mai ed è destinata ad aumentare in futuro. Anche la ristorazione ne sarà sempre più influenzata, mostrando una più accesa coscienza ecologica nella gestione di locali e risorse. I governi imporranno la riduzione di consumi e impatto ambientale: bar e ristoranti non sono esclusi. L’uso di sistemi e dispositivi energetici sostenibili diventerà indispensabile e l’eliminazione della plastica monouso (già alle porte) sarà definitiva.
  4. Trasparenza
    L’onestà e la trasparenza saranno elementi cardine della filosofia aziendale anche per ristoranti e locali. Uno dei principali fattori di scelta dei consumatori sarà ancora di più la chiarezza delle informazioni comunicate da un ristorante e la possibilità di verificarne la veridicità. Dettagli sui fornitori, i prodotti, le lavorazioni, i processi, la gestione del personale saranno elementi chiave della strategia di comunicazione dei locali
  5. Gastronomia salutare e impegno sociale
    Oggi i consumatori mostrano un’attenzione crescente per diete e origine dei prodotti. Sarà fondamentale per un ristorante offrire un menu composto da ingredienti e piatti sani e personalizzati in base alle esigenze dei commensali. Ingredienti freschi, a km 0, ecologici, naturali, attenzione ad allergeni e glutine, vegani ecc saranno un valore aggiunto per quei ristoratori che sapranno investire correttamente.

La prima parte di questa analisi termina qui. Settimana prossima proveremo a descrivervi altre 5 tendenze che potremo osservare in futuro in questo variegato mondo della ristorazione.

Fonte: thefork.it

#CMINFORMA – CRESCE LA SOLIDARIETÀ ANTISPRECO

#CMINFORMA – CRESCE LA SOLIDARIETÀ ANTISPRECO

A due anni dall’entrata in vigore della legge “anti-sprechi”, il bilancio del suo operato comunica numeri positivi, che stanno alimentando un processo di economia circolare importante per il nostro Paese. La norma elimina ostacoli e porta semplificazioni amministrative e fiscali alla donazione di beni di […]

#CMCONSIGLIA – GLI STAGIONATORI PROFESSIONALI

#CMCONSIGLIA – GLI STAGIONATORI PROFESSIONALI

In passato, ristoranti e locali con cucina avevano uno spazio dedicato alla funzione di cantina, dove temperatura, umidità e in generale il microclima erano perfetti per conservare certi prodotti per periodi prolungati. Oggi le dimensioni dei locali non permette più di avere un’intera stanza dedicata, […]

#CMCONSIGLIA – 15 consigli per aprire un ristorante

#CMCONSIGLIA – 15 consigli per aprire un ristorante

Se hai deciso o stai valutando l’idea di aprire un ristorante, può esserti utile leggere questi 15 idee per creare un’attività di successo e in grado di attirare clienti.

  1. Basa la tua offerta su un prodotto o su un’idea unici, che ti diano la possibilità di apparire speciale agli occhi dei clienti. In questo modo sarai in grado di attirare le loro preferenze e di difenderti dalla concorrenza.
  2. È fondamentale definire il profilo del tuo cliente target in base a : sesso; età; capacità di spesa; preferenze culinarie; potere d’acquisto; stile e filosofia di vita;
  3. Cerca di capire cosa il tuo cliente target vuole nel momento in cui esce per mangiare e quali sono le caratteristiche del ristorante delle sue preferenze. Considera che una buona analisi dei bisogni del cliente permette di anticipare le sue esigenze creando innovazioni che, se ben elaborate, danno un notevole vantaggio sulla concorrenza.
  4. Cerca di posizionarti in luoghi ad alto traffico in modo da intercettare anche clienti di passaggio, ma soprattutto scegli luoghi strategici per il tuo cliente target, che deve essere il principale driver nella scelta della localizzazione.
  5. Elabora preventivamente un business plan efficace, considerando: 1) I costi di licenze, permessi, gestione dei servizi igienici ecc; questi spesso vengono sottovalutati e finiscono per incidere pesantemente sul risultato finale; 2) Definisci la capacita del ristorante in base al numero di tavoli e ad una stima della spesa media dei clienti; 3) Determina i costi di produzione e fai si che i prezzi siano tali da generare entrate pari a circa il doppio dei costi.
  6. Assumi personale appassionato alla gastronomia, a seguito di una attenta selezione, che sia in grado di mettere se stesso nel proprio lavoro.
  7. Analizza la concorrenza in modo da carpirne i punti di forza e di sfruttarne le debolezze.
  8. Realizza un piano di marketing ben definito, che stabilisca obiettivi e modalità per raggiungerli. Si possono ad esempio elaborare piatti speciali per le ricorrenze, oppure inaugurare campagne promozionali sui social network.
  9. Crea profili digitali sui principali siti e social. Ad oggi un ristorante non può esimersi dall’avere almeno un profilo su Facebook o Instagram, uno su TripAdvisor e uno su TheFork.
  10. Crea un menu redditizio sfruttando in neuromarketing, inserisci nel menù prodotti strategici o con nomi particolarmente accattivanti, usa colori che invoglino l’appetito, valuta attentamente il numero di prodotti da inserire ecc.
  11. Utilizza strumenti tecnologici per la raccolta delle prenotazioni o per l’organizzazione della sala e delle comande. Non affidarti a un quaderno di carte.
  12. Inserisci nel tuo menù prodotti adatti a clienti con esigenze speciali, quali possono essere cibi senza glutine, vegetariani o vegani e senza lattosio.
  13. Utilizza materiali organici che, come dimostrato dalle nuove tendenze, aiutano a far sentire il cliente “a casa”. Un altro elemento molto apprezzato è la cucina a vista, sinonimo di trasparenza e credibilità, puoi leggere un articolo sulle cucine a vista cliccando qui.
  14. Cerca di sfruttare al meglio il tuo territorio! Utilizzare prodotti a km 0 offre numerosi vantaggi, infatti si può contare su un risparmio dato dell’eliminazione delle spese di trasporto, una migliore qualità della merce e un ritorno in termini di reputazione, ricordati quindi di farlo sapere ai clienti.
  15. Tieni sotto controllo l’impronta di carbonio del tuo ristorante, fattore molto importante al giorno d’oggi. Se ti senti particolarmente virtuoso sotto questo punto di vista, non mancare di farlo sapere ai tuoi clienti! Noi di CM Ristorazione abbiamo trattato l’argomento in questo articolo.

 

Una buona analisi di questi punti e la loro corretta applicazione nella pratica possono dare a qualsiasi attività ottime chances di successo, non ci rimane che augurarti buona fortuna.

 

Leggi l’articolo originale su TheFork 

#CMCONSIGLIA – Come aumentare l’engagement della pagina Facebook del tuo ristorante

#CMCONSIGLIA – Come aumentare l’engagement della pagina Facebook del tuo ristorante

I social network, Facebook in particolare, sono elementi centrali nella strategia di marketing di un ristorante, per questo motivo in questo articolo ti forniamo qualche consiglio su come aumentare l’engagement del tuo ristorante. Prima di iniziare pero: che cosa è l’engagement? Viene definito engagement il […]

#CMCONSIGLIA – RISTORANTE HEALTHY PER ATTRARRE PIÙ CLIENTI

#CMCONSIGLIA – RISTORANTE HEALTHY PER ATTRARRE PIÙ CLIENTI

Le nuove abitudini di una alimentazione più sana non sono più una moda passeggera, bensì uno stile di vita adottato da sempre più persone. Il consumo di prodotti ecologici e l’apprezzamento di ristoranti con piatti vegetariani sono in costante aumento. Questa realtà ben affermata ci […]

#CMCONSIGLIA – PERCHÉ INCLUDERE PIATTI SENZA GLUTINE NELL’OFFERTA GASTRONOMICA?

#CMCONSIGLIA – PERCHÉ INCLUDERE PIATTI SENZA GLUTINE NELL’OFFERTA GASTRONOMICA?

Oggi sta diventando sempre più facile trovare menù contenenti prodotti senza glutine e locali attenti e pronti a soddisfare le esigenze di una clientela che li richiede con sempre maggior frequenza.

Una buona notizia per i celiaci quindi, ma non solo! Uno dei tanti trend attivi è la tendenza di molte persone, non affette da questa patologia, ad essere attenti alla propria salute e preferire ristoranti che offrono pietanze gluten-free.

Introdurre questi piatti nella propria offerta quindi porta molti vantaggi al ristoratore.

  1. Migliora l’immagine dell’attività

Dimostra che si ha a cuore le necessità dei clienti e che ci si adatta facilmente alle abitudini di consumo.

  1. Conquista e fidelizza vari clienti

Non solo questa scelta attrae nuovi clienti celiaci, ma influenza le abitudini di loro famigliari, amici e conoscenti, che saranno invogliati a provare il locale a loro volta. Senza dimenticare gli amanti della cucina salutare.

  1. Anticipa le necessità

La comunità “senza glutine” è in continua espansione, sempre più importante per la ristorazione. Allinearsi a questa crescente tendenza permette di distinguersi dai concorrenti.

Un aspetto estremamente importante per un ristorante senza glutine è la sincerità, valido strumento ma onere impegnativo. TheFork assegna l’etichetta “senza glutine” a quei locali che rispettano certi parametri di sincerità

a. Offerta 100% senza glutine o parziale

È importante che un ristoratore dichiari onestamente se tutta la sua offerta è composta da alimenti gluten-free o se si limita a servire solo alcune pietanze prive di questo allergene. Questo fa una grande differenza per i consumatori.

b. Offerta variegata e appetitosa

La soddisfazione dei clienti è sempre la priorità numero uno. Servire piatti senza glutine grossolani e insipidi solo per dimostrare di essere al passo coi tempi non dimostra certo di avere a cuore la loro soddisfazione. Un buon locale deve perciò concentrarsi nel creare e perfezionare piatti gluten-free pieni di gusto e di alta qualità.

c. Servizio efficiente e scrupoloso

Un altro elemento di un ottimo locale senza glutine è la profonda attenzione del suo staff ai clienti celiaci e ai loro bisogni. Evitare errori è fondamentale, così come ricordarsi di servire posate e utensili dedicati per scongiurare problemi di salute.

Speriamo che tutti questi consigli vi siano stati utili e vi abbiano invogliato ad arricchire la vostra offerta con prodotti senza glutine. Siamo sicuri che lo farete nel modo giusto.

Fonte: theforkmanager.com

#CMINFORMA – MANGIARE FUORI NEL 2019: I 7 TREND PIÙ HOT

#CMINFORMA – MANGIARE FUORI NEL 2019: I 7 TREND PIÙ HOT

Siete ristoratori e volete prepararvi ad affrontare l’anno che sta per arrivare? Questo è l’articolo che fa per voi. Troverete i 7 trend in arrivo nel 2019 per quanto riguarda locali e ristoranti, secondo uno studio di TheFork e Doxa. 1. Esperienze sensoriali oltre lo […]